Vota il sondaggio

Inserisci la tua email per votare

Puoi votare solo una volta per questo sondaggio e la tua email deve essere valida.
La tua email non sarà resa ne pubblica ne visibile.

Consenso al trattamento dati:

Accetta il trattamento dei dati.

 
×
Campionati e Risultati: NAZIONALI REGIONALI PROVINCIALI GIOVANILI    

TRIBUNALE FEDERALE - Non c'è proselitismo per l'Accademia Calcio Terni

ENRICO FANELLI

TERNI - Per l'Accademia Calcio Terni un bel sospiro di sollievo. Sia la società che il suo presidente sono stati assolti dal Tribunale Federale del Comitato Regionale Umbro dall'accusa di proselitismo. La sentenza è stata resa nota nella tarda serata di ieri dai canali social dei neroverdi.

Ecco di seguito il comunicato per esteso:

"La società Accademia Calcio Terni rende noto del completo proscioglimento dalle accuse che erano state avanzate a mezzo esposto da una “nota” società del territorio, come ennesimo tentativo di minare il buon nome ed il decoro della società, dei dirigenti e della sua Presidenza.

In particolare, con pronuncia del giorno 14 gennaio 2021, il Tribunale Federale del Comitato Regionale Umbro ha prosciolto, con formula piena, da ogni accusa di proselitismo, il Presidente Emanuele Arcangeli e l'Accademia Calcio Terni, in pieno accoglimento delle eccezioni di assoluta inesistenza dei presupposti di incolpazione e di carenza assoluta di prova del fatto, elevate dal difensore della società, l'Avvocato Giuseppe Calò.

I fatti,come ampiamente dimostrato, dovevano attribuirsi all'attività unilaterale e mai autorizzata di terzi soggetti - in alcun modo accostabili al sodalizio sportivo - del tutto estraneo ai fatti.

A questo punto, l'Accademia Calcio Terni, il Suo Presidente, ed i dirigenti - sempre fiduciosi nelle risultanze della Giustizia Sportiva, ed ingiusti destinatari di esposti infondati e temerari - valutata la motivazione del provvedimento, di concerto con il proprio studio legale, si riservano di mettere in opera le opportune azioni di tutela nei confronti di coloro che hanno leso il buon nome e la reputazione sportiva del sodalizio medesimo, in ogni sede che sarà ritenuta opportuna".

Print Friendly and PDF
  Scritto da Enrico Fanelli il 28/01/2021
Tempo esecuzione pagina: 0,04554 secondi